Benvenuti nel sito del Coro Polifonico "San Giovanni Battista" Domusnovas!
Coro Polifonico San Giovanni Domusnovas
INTRODUZIONE AL SITO UFFICIALE DEL CORO POLIFONICO SAN GIOVANNI DOMUSNOVASHOME PAGE DEL SITO UFFICIALE DEL CORO POLIFONICO SAN GIOVANNI DOMUSNOVASSTORIA DEL CORO POLIFONICO DI DOMUSNOVAS E DEL PAESETESTI & SPARTITI DEL CORO POLIFONICO DOMUSNOVASMUSICHE DEL CORO POLFONICO SAN GIOVANNI DOMUSNOVASFOTOGALLERY DEL SITO DEL CORO POLIFONICO SAN GIOVANNI BATTISTA DOMUSNOVASVIDEO DEL SITO UFFICIALE DEL CORO POLIFONICO SAN GIOVANNI BATTISTA DOMUSNOVASLINK DEL CORO POLIFONICO DOMUSNOVASCONTATTI DEL CORO POLIFONICO SAN GIOVANNI DOMUSNOVASINFORMAZIONI E NOTE DEL CORO POLIFONICO SAN GIOVANI DOMUSNOVAS
Testi Coro Polifonico "San Giovanni Battista" Domusnovas

Da Sa luna inciusta

di Franciscu Carlini

Acciumadoris biaus e santus

’ta bella cosa
chi est su binu, ,
bùffat Arrosa
cun Serafinu
bùffat Arega
in sa buttega
bùffat a solu
gopai Cristolu
in cumpangìa
Luisu Sannia,
bùffat su para
Guglielmu Cara
e sena ’e perdi
mancu sa fidi
tàstat su predi
e sa crarissa
de su prus bonu
binu de missa,
su prus sinzillu.
Accìrrat su donnu
accìrrat su sindigu
cun su consillu,
bùffat sa mongia
Titina Congia
e su dottori
Antoni Liori
cun s’aligheri
Licu Liccheri,
e bùffat nascu
mèri Cubeddu
e de su frascu
piriccioleddu
mancai spuntazzu
su mineristu
poveru e tristu.
Togu, Tommasu,
ponendi in pari
pani cun casu,
bùffat su binu
biancu e nieddu
derettamenti
de su canneddu
candu ddi pìgat
puntas a brenti
de su cungiali
candu ddi pìgat
punta ’e casciali.
Cun sa ratassa
tràgat, arrabiu!
su generali
cun sa bagassa.
La’, su tenenti
la’, su maiori
la’, Gonariu
su professori
universidariu:
bùffant totus
cosa ’e no crei
comenti a mei.
No siat ispantu
duncas si puru
bùffat su rei,
su babbu santu
ma cussu est binu
de troni divinu
lompiu derettu
de s’ingia ’e Deus.
Su binu peus
ca seu susuncu
buffendi a bruncu
ddu buffu deu
Ginu Caddeu.
Bùffat invecias
ca est travessa
una buttillia
Mariedda Tola
formau famillia
de Coca Cola.
Chi no at buffau
mai cannonau
primizit oi
anzis immoi
poita est cras
a parri miu
giai trigadiu.

Da Sa luna inciusta

di Franciscu Carlini

Beati e santi bevitori


Che bella cosa
che è il vino,
beve la Rosa
con Serafino
beve Gioconda
al Trebisonda
beve da solo
compar Manolo
in compagnia
Luigi Sannia,
beve anche il frate
Guglielmo Abate
e senza perdere
neppur la fede
bevicchia il prete
e la clarissa
certo il più buono
da messa il vino,
il più genuino.
Tracanna il nobile
tracanna il sindaco
con il consiglio,
beve la suora
Titina Miglio
ed il dottore
Antonio Dore
con lo spazzino
Gigi Porrino,
e beve nasco
padron Cubello
e da un fiasco
fresco vinello
che sa d’aceto
il minatore
tutt’un pallone.
L’ingamba Raggio,
abbinando il pane
con il formaggio,
beve il suo vino
il bianco il rosso
direttamente
dalla cannella
quando avverte
fitte alla pancia
e dal boccale
se ha per caso
prurito al naso.
Col bicchierone
, trangugia pure
il generale
con la battona.
Guarda il tenente
guarda il maggiore
guarda Gonario
il professorone
universitario:
bevono tutti,
chi lo direbbe?
eh, come me.
Niente stupore
dunque se pure
bevicchia il re
e il santo padre
ma quello è vino
di tralcio divino
arrivato dritto
. dalla vigna di Dio.
Il vin peggiore
lo bevo io
Gino Caddeo
che sono avaro
e anche babbeo.
Invece beve
perché bisbetica
una bottiglia
Mariella Tola
formato famiglia
di Coca Cola.
Chi non ha bevuto
mai cannonau
da oggi inizi
senza riguardi
perché è domani
a mio giudizio
già troppo tardi.

 

Questo sito è segnalato su:

GrandePadre.com
sito segnalato su non farti ingoiare dal web Segnala il tuo sito nella directory
Ottimizza il tuo sito con TuttoWebMaster

Votami su Mr.Webmaster!

Sardegna web link il sito dei siti Sardi
©2008 Tutti i diritti riservati by www.coropolifonicodomusnovas.it ©2008 Project design & creation by Massy 68 web design.